Cos'è l'inbound marketing?

 

All’interno del mondo del marketing digitale possiamo distinguere due categorie principali: le tecniche outbound sono quelle attraverso cui un’azienda cerca di raggiungere i suoi clienti potenziali, quelle inbound sono invece quelle che servono a fare in modo che siano i prospect a trovare un brand.

 

Collegamenti rapidi:

 

 

 

Inbound marketing: cos’è?

L’inbound marketing è una metodologia relativamente nuova per l’Italia, ma consolidata da più di 10 anni negli USA, che si pone l’obiettivo di veicolare il traffico sul sito web, convertendolo, in primo luogo, in lead validi e secondariamente in clienti fedeli. Il traffico al sito viene inbound marketingeffettivamente generato attraverso contenuti utili pubblicati sul blog e sui profili social aziendali, implementando in modo efficiente gli strumenti  e le tecniche SEO. Questo metodo risulta essere molto più efficace di qualsiasi altra campagna promozionale aggressiva rivolta ad utenti non interessati perché dà origine naturalmente ad una relazione basata sulla fiducia e sulla stima, in cui i visitatori, interessati a scaricare dei contenuti premium che rispondono a loro esigenze (video, eBook, approfondimenti), compilano un form fornendo i loro dati personali. Cosa avviene successivamente? Una volta che il prospect fornisce i propri dati personali si trasforma automaticamente in lead e solo in un secondo momento, quando ha consultato materiale sufficiente ed è effettivamente pronto all’acquisto, viene guidato verso il dipartimento commerciale.

 

Inbound marketing cosa non è?

Sembra scontato ripetere questo concetto, ma l’inbound è una metodologia che si oppone per certi versi alle modalità tradizionali di outbound marketing dove, generalmente, vengono usati diversi strumenti per veicolare specifici messaggi ai clienti senza alcuna distinzione: email anonime ed assidue, chiamate ripetute da call center, pubblicità aggressive, telemarketing. Che dire invece dei messaggi indesiderati facilmente bloccabili dai filtri spam? O la mancanza di tempo per incontrare venditori porta a porta, interessati unicamente a finalizzare la vendita?

I tempi sono cambiati e così anche le tecnologie digitali, sempre più evolute. Sebbene si sia trasformato il modo di approcciarsi all’azienda da parte dei prospect, nulla è cambiato per quanto riguarda la necessità di ottenere determinati servizi o prodotti aziendali. Come comportarsi, quindi? Bisogna far fronte a questo cambio di rotta trasmettendo messaggi personalizzati e allineati alle fasi del processo di acquisto delle giuste persone.

sito_trasp_low

 

Perché l’inbound funziona?

L’inbound veicolando traffico al sito, determina una maggior possibilità di convertire gli utenti in lead. Non solo: uno studio condotto da HubSpot, dimostra come l’inbound generi il 61% in meno di costi per lead rispetto al tradizionale outbound marketing.

 

Inbound marketing cos’è concretamente e come si sviluppa?

Quali strumenti ha a disposizione chi sceglie di raggiungere i propri obiettivi con l’inbound? Eccoli.

 

Una strategia improntata sul successo

Prima ancora di addentrarsi in questo mondo, bisogna definire gli obiettivi da raggiungere e le sfide che si è pronti ad accogliere. Inoltre, è necessario identificare il pubblico e le buyer persona che si intendono targettizzare. Chi sono? A cosa sono interessati? Quali informazioni ricercano online? Unitamente a queste considerazioni, ovviamente bisogna valutare il budget interno disponibile per questa attività, nonché determinare il ROI atteso. Ricordate: affidare la propria strategia all’inbound marketing non è da considerarsi un costo, bensì un investimento per la crescita del vostro business.

 

Un sito web sviluppato

Il sito web aziendale funge da hub per qualsiasi campagna inbound. Un sito in grado di attrarre traffico qualificato è strutturato, chiaro, semplice e dotato di una navigazione intuitiva, per chiarire all’utente in pochi secondi di cosa si occupa il fornitore ed in

la buyer persona

 che modo la sua offerta potrebbe essere quella giusta per lui. Inoltre, per raggiungere il pubblico target senza lasciarsi scappare ottime opportunità, le pagine ed i suoi contenuti devono essere progettati perché siano responsive da qualsiasi dispositivo mobile.

 

Come generare traffico di qualità

Una volta progettato un sito web ottimizzato per l’attrazione di nuovi visitatori è il momento di programmare tutte le attività volte a generare traffico di lead validi. Ecco con quali strumenti procedere.

 

Blog

Scrivere contenuti per il blog aziendale è uno strumento incredibilmente funzionale per veicolare le giuste visite al sito. Grazie a questo materiale si dà voce al proprio business e, grazie alla pubblicazione di informazioni utili ed aggiornate, si acquisisce autorità nel settore di riferimento.

Lo sapevate che gestire un blog aziendale nel modo corretto può generare fino al 55% di visite in più rispetto a chi non lo fa?

 

Search Engine Optimization

Un sito web ottimizzato sulla base delle misure SEO è in grado di assicurare, nel tempo, il raggiungimento di una elevata posizione all’interno dei motori di ricerca. Questo perché implementando al meglio le misure di targettizzazione delle parole chiave, gli utenti sono più facilitati a trovare, all’interno del contenuto pubblicato, ciò che effettivamente cercano.

 

imbuto di conversione dell'inbound marketing

 

Condivisione sui profili social

Attivare degli account social che siano allineati all’offerta della realtà aziendale che si rappresenta, permette di raggiungere

ancora più persone e di instaurare un dialogo con i prospect a 360 gradi. È importante assicurarsi che i social scelti per supportare il messaggio siano quelli ideali per esprimere al meglio i propri messaggi. Non è necessario attivare dei profili su tutti i social network disponibili, ma al contrario è bene gestire i soli pochi account che meglio rappresentano il business aziendale.


Convertire il traffico in lead

Ora, quali tecniche di lead generation utilizzare per convertire i prospect che hanno visitato il sito, in lead qualificati?

 

Offrire contenuti utili

La creazione e la pubblicazione di contenuti di qualità, come articoli, eBook, video, infografiche è un ottimo espediente per mettere in mostra la propria realtà. Offrire materiale che risponda alle esigenze degli utenti, in cambio di informazioni sui contatti dei possibili lead, incrementerà nuove relazioni con futuri clienti.

 

Landing page e form per scaricare i contenuti

Non appena il sito web aziendale ha programmato sufficiente materiale da condividere per gli utenti è il momento di attivare delle landing page attrattive, che includano un form predisposto alla compilazione dei dati degli utenti a cui si è maggiormente interessati. I prospect, compilando il form scaricano il contenuto, trasformandosi automaticamente in lead. Come si arriva alla landing page? Attraverso una call to action efficientemente posizionata all’interno del testo. Vediamo nel prossimo paragrafo di cosa si tratta.

 

Call to action

Una call to action (grafica o testuale) richiama l’attenzione del visitatore con lo scopo di incuriosirlo con il proprio claim. Cliccando su di essa si accede alla landing page contenente il form.

 

inbound marketing

 

Convertire i lead in clienti fedeli

Una volta ottimizzato un sito web aziendale che attragga traffico di qualità, il passaggio successivo è quello di alimentare gradualmente la relazione con i prospect, affinché questi raggiungano la giusta maturità e siano pronti a passare alla fase di acquisto. Quali strumenti abbiamo a supporto di questa fase?

 

Gestire i lead attraverso dei software specializzati

Utilizzare dei software innovativi che gestiscano correttamente i lead ottenuti è un ottimo sistema per seguire tutte le singole relazioni, senza perdersi alcun dettaglio. Ogni contatto del database si sviluppa in modo diverso ed è fondamentale mostrarsi attenti ed al passo con le esigenze di tutti.

 

Segmentare i propri lead

In questa fase avere un database aggiornato dei lead generati è molto importante. Per avere un quadro completo delle esigenze dei contatti maturati e degli obiettivi a lungo termine è fondamentale segmentare i lead ottenuti nelle categorie di appartenenza.

 

Attivare il processo di Lead Nurturing

Attraverso il processo di lead nurturing si coinvolgono costantemente i propri lead con attività volte a generare interesse e ad alimentare la fiducia verso l’azienda. Implementare questo processo in modo efficiente permette di avvicinare gradualmente i lead alla fase di acquisto, quando questi sono sufficientemente pronti e hanno maturato la giusta consapevolezza delle loro esigenze.

 

Email Marketing

Si tratta di uno strumento chiave nel processo di lead nurturing ed è integrato nelle piattaforme inbound. Attraverso le email marketing si ha la possibilità di notificare via mail e offrire contenuti diversi agli utenti, tenendo effettivamente conto degli argomenti a cui è interessato il singolo.

 

Misurare i risultati

Misurare regolarmente i risultati ottenuti è un passaggio significante all’interno della strategia di inbound marketing. Monitorare cosa ha funzionato più e cosa meno permette di migliorare il proprio operato e di settare obiettivi sempre più ambiziosi. Come fare? Ecco alcuni suggerimenti.

 

Analizzare il sito web

Essere presenti online è un privilegio rilevante; proprio per questo è fondamentale sfruttare appieno questo vantaggio ed ottimizzare al meglio tutte le sezioni del sito ed i contenuti pubblicati all’interno. Apportando le modifiche necessarie si garantisce un aggiornamento continuo da un punto di vista tecnico ed un allineamento alle novità nello specifico settore da un punto di vista strategico.

 

Monitorare i competitor

Essere un passo avanti rispetto ai concorrenti è possibile, ma per farlo è necessario misurare le loro attività, per analizzare cosa diversifica le realtà aziendali ed intuire quali possano essere le eventuali mancanze della propria strategia o di quella concorrente.

 

Quali strumenti attivare per fare tutto ciò?

La piattaforma di HubSpot tutt’ora si dimostra più che efficace per perseguire una strategia inbound di successo. HubSpot offre delle soluzioni vantaggiose per implementare e gestire le attività di marketing online e per monitorare efficacemente il sito web aziendale. Essere partner certificati consente di sviluppare soluzioni ottimali per massimizzare al meglio le proprie tecniche di inbound marketing ed ottenere i migliori risultati.

 

Inbound marketing: cosa aspettarsi?

Attivare una strategia di inbound marketing di successo richiede un focus su tre indicatori principali.

  • tempo, pazienza e persistenza sono prerogative basilari per settare qualunque attività inbound e raggiungere obiettivi importanti.
  • mantenere attive le relazioni con i propri contatti per costruire rapporti di stima e fiducia a lungo termine.
  • accogliere il cambiamento e lasciarsi coinvolgere dagli strumenti innovativi messi a disposizione dalla tecnologia in continua evoluzione.

 

Perché affidare la propria strategia ad un’agenzia di inbound marketing?

Un’agenzia specializzata in inbound marketing è in grado di gestire l’enorme mole di lavoro che le attività di questo genere richiedono. Difatti, definire un piano editoriale che copra le keyword prescelte, studiare le fonti, redigere il materiale da pubblicare e gestire la condivisione sui social richiedono tempo, risorse e strumenti adeguati. Affidare la gestione delle attività inbound a professionisti del settore aiuterà le aziende a focalizzarsi unicamente sul proprio business ed a basarsi su di esso per trovare spunti aggiuntivi da approfondire, supportando l’agenzia per ciò che concerne i contenuti da pubblicare e le parole da targettizzare.

 

Perché investire in un’attività di inbound marketing? Lo dice la parola stessa: avviare un progetto di questo calibro è da considerarsi proprio come un investimento piuttosto che ad un costo che impatta sul budget aziendale. Ottimizzare il sito web fino al suo massimo potenziale seguendo le giuste direttive genera un effettivo ritorno sull’investimento, volto ad accrescere l’awareness degli utenti sul business ed a consolidare il rapporto con i clienti già acquisiti.