<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=19740&amp;fmt=gif">

Fontimedia Marketing Blog

Video marketing e posizionamento del sito: quale legame?

Pubblicato da Valeria Pomba il 20 set 2018, 12:30:00

🕓 Tempo di lettura: 3 minuti

video marketing

I video sono tra i contenuti più fruiti e apprezzati dagli utenti online. Entro il 2019 in rete saranno diffusi circa un milione di contenuti multimediali ogni secondo, coprendo la quasi totalità del traffico dati complessivo.

Le aziende che vogliono attrarre traffico sul proprio sito web dovrebbero cogliere questa tendenza, integrando i propri contenuti di testo e grafica con filmati, spot e clip che aiutino a raccontare la loro realtà in modo dinamico e coinvolgente.

Vediamo come fare nell'articolo di oggi.



 

A cosa serve il video marketing?

Il video marketing può essere utile per valorizzare e rendere più interessante un prodotto / servizio, spiegare il processo di funzionamento, visualizzare il contesto d'uso, testimoniare l'esperienza di un cliente, creando immedesimazione e fiducia.

Ciò che si vede direttamente, infatti, trasferisce una credibilità più alta rispetto a quella che può generare un testo o un'immagine statica.

 

I motivi del successo dei video

Ci sono molti motivi per cui questa forma di comunicazione ha successo e tende a essere sempre più utilizzata sul web. Dal punto di vista delle aziende, realizzare un video non richiede investimenti onerosi: grazie all'evoluzione della tecnologia, è sempre più facile effettuare le fasi di ripresa, montaggio e pubblicazione del video, ottenendo risultati di buona qualità.

Dal punto di vista del pubblico target, i video emozionano e coinvolgono più di altre forme di comunicazione: le persone prediligono i siti con contenuti multimediali e, nel fruire questi ultimi, tendono a essere più attente e ricettive verso i messaggi trasmessi.

 

Il video marketing per aumentare la permanenza sul sito

Molti prodotti non sono facili e immediati da comunicare nelle loro novità e funzioni; inoltre, non tutti i clienti target sono facili da coinvolgere.

In particolare per alcuni settori, attrarre l'attenzione degli utenti può essere arduo. È proprio in questi casi di complessità che il formato video diventa risolutivo.

 

New Call-to-action

 

Oltre a catturare lo sguardo del prospect, il video, se racconta una storia sufficientemente interessante, trattiene più a lungo l'utente sul sito di una semplice immagine o testo. Nell'arco di pochi minuti può offrire molti contenuti e, se ben strutturato, una buona completezza di informazione: si risparmia così all'utente la fatica di scorrere testi e pagine, con il rischio che abbandoni il sito prima di avere acquisito tutti i concetti fondamentali.

Inoltre, aumentando i tempi di permanenza sulle pagine e diminuendo i tassi di rimbalzo, l'utilizzo dei video crea un effetto positivo anche per la SEO.

 

I video per differenziarsi dai competitor

I video rappresentano un ottimo modo per raccontare una storia, perché permettono di arricchire le modalità narrative, attraverso il montaggio, l’audio, la musica e altri effetti multimediali.

Poiché gli utenti, quando cercano qualcosa online, hanno tante fonti a disposizione e desiderano trovare rapidamente una risposta, selezionano un numero ristretto di contenuti.

Nel farlo, privilegiano quelli più efficaci e coinvolgenti: tra due aziende concorrenti rispetto a un prodotto simile, di cui una abbia realizzato e pubblicato dei video e una no, la maggioranza del target tenderà a rivolgere la sua attenzione alla prima. Se trova subito una risposta convincente rispetto alle sue domande e desideri, la navigazione terminerà a questo punto, non arrivando nemmeno a valutare ciò che l’altra impresa ha da offrire. Anche questo aspetto ha una ricaduta positiva sulla SEO: i contenuti che ottengono più clic raggiungono un ottimo posizionamento e moltiplicano la presenza dell’azienda nei risultati di ricerca.

 

I video per generare lead

Secondo gli studi, il 76% delle aziende ha registrato un aumento del traffico sul sito dopo l'attivazione di video marketing e il dato ulteriormente positivo è che per la maggior parte si tratta di contatti qualificati. Questi utenti attratti dai contenuti multimediali sono risorse preziose, da trasformare nel maggior numero di lead possibile, prima che terminino la fruizione del video ed escano dal sito.

Non tutti i video sono efficaci nel generare lead: per farlo devono essere rilevanti nel messaggio e spingere l’utente a lasciare i suoi dati. Inserire un form da compilare con l’indirizzo e-mail per accedere al video o da compilare al termine per vederne altri, è un’idea facile da implementare e che porta ottimi risultati.

 


 

I buoni motivi per inserire i video sul sito aziendale sono davvero tanti e si riflettono in più ambiti, dalla brand awareness alla SEO.

Tuttavia, c’è un elemento da non tralasciare perché le potenzialità di questo format di comunicazione funzionino davvero: i video non vanno pensati, nel messaggio, nella realizzazione e nei tempi di pubblicazione, come elementi a sé, ma sempre contestualizzati all'interno della strategia di marketing dell’azienda, così che i contenuti e il tono siano in linea con il target e gli obiettivi di business e diventino una leva innovativa ma integrata a tutte le altre per la crescita dell’impresa.

 

lead egeneration b2b


 

Topics: Strategia digitale B2B, Incrementare il traffico al sito, sito web aziendale, video marketing