<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=19740&amp;fmt=gif">
Come avviare la strategia di email marketing automation

Pubblicato da Janine Fiorani il 7-gen-2020 12.30.00

🕓 Tempo di lettura: 3 minuti

email marketing automationL’invio di email personalizzate fa parte dei processi di marketing automation, indispensabili per automatizzare alcune attività, renderle efficaci e risparmiare tempo prezioso.

Le piattaforme a disposizione, oggi, sono in crescita e presentano funzionalità in continuo miglioramento; nell'articolo di oggi analizzeremo i vantaggi e le potenzialità dell’email marketing automation.

Cosa devi assolutamente sapere per migliorare l’email marketing automation

I software di marketing automation risultano efficaci, non solo perché ottimizzano le procedure interne, automatizzandole attraverso poche e semplici impostazioni. Uno dei vantaggi più importanti riguarda il miglioramento del coinvolgimento della clientela, decisivo per raggiungere obiettivi di business a lungo termine.

Offrire una customer experience personalizzata, nutrire i lead durante le fasi del buyer’s journey, tracciare le attività di clienti acquisiti e potenziali e incrementare il tasso di conversione sono alcune tra le funzionalità che caratterizzano le piattaforme di marketing automation.

Alla base dell’integrazione della gestione email nelle attività di questa piattaforma, c’è la volontà di veicolare contenuti mirati e indirizzati a specifiche necessità. In questo modo, si crea un circolo virtuoso di benefici, sia per i prospect che per le aziende; i primi ottengono una risposta chiara a dubbi, desideri ed esigenze. Allo stesso tempo, le imprese raccolgono informazioni preziose in merito alla fase del ciclo d’acquisto in cui si trova l’utente.

 

New Call-to-action

 

L’obiettivo dell’email marketing automation è consolidare le relazioni tra azienda e clienti, incuriosendoli e alimentando costantemente l’interesse con approfondimenti mirati. Affinché si raggiunga l’obiettivo, è fondamentale inviare email solo a coloro che hanno espressamente dato il consenso a riceverle, così da non compromettere la relazione con il pubblico attraverso l'invio di messaggi non richiesti.

Come impostare una strategia di email marketing?

Prima di tutto, è indispensabile comprendere l’obiettivo dell'azienda. Sono innumerevoli le attività che è possibile portare a termine con questo strumento e solo facendo una prima scrematura è possibile avere un quadro chiaro degli strumenti a disposizione:

Una volta impostati obiettivi e azioni da intraprendere, ecco come definire la strategia comunicativa perfetta e sfruttare tutte le opportunità dell’email marketing automation.

1. Catalogare le informazioni a disposizione

Si tratta di un passaggio cruciale e propedeutico a qualunque altra attività: senza conoscere il proprio pubblico è impossibile creare un messaggio convincente e soprattutto indirizzato.

Se pensi che conoscere esclusivamente il ruolo che ricopre il buyer in azienda sia sufficiente, ecco una valida ragione per ricrederti.

Dare vita a relazioni solide e durature è un percorso lungo e non privo di ostacoli: alla base c’è l’analisi continua di interessi, curiosità e comportanti mirata a raccogliere più dati possibili per personalizzare i propri contenuti, attirare l’interesse di prospect e avviare le basi per una consulenza più approfondita.

2. Mai sentito parlare di smarketing?

Già, per avviare la strategia di email marketing automation, allinearsi con il team commerciale è fondamentale. Pensandoci bene, l’intera strategia di marketing dovrebbe basarsi su un progetto comunicato a tutti i livelli per migliorare l’operatività e avere maggior visibilità sulle attività comuni.

È innegabile che tra marketing e forza vendita ci sia sempre stata una certa competizione, ma perché è necessario sviluppare una solida collaborazione? Pur occupandosi di compiti ben precisi e, chiaramente, distinti, l’analisi dei risultati delle vendite, dei mercati e del fatturato crea le condizioni per definire campagne targettizzate. Allo stesso modo, i commerciali acquisiscono dal marketing informazioni su identità, interessi e abitudini d’acquisto, fondamentali per migliorare le proprie strategie interne.

email marketing automation

3. Creare messaggi personalizzati

Eccoci arrivati all'ultimo consiglio per migliorare le attività di email marketing; come abbiamo anticipato la personalizzazione dei messaggi è un aspetto tanto delicato quanto strategico. I contenuti preimpostati non hanno alcun tipo di peso, dal momento che vengono indirizzati indistintamente a persone che sono in una fase diversa del buyer’s journey. È chiaro, quindi, che una pianificazione anonima non potrebbe mai risultare efficace, perché il pubblico non si sentirebbe capito e valorizzato.

Quanto approfondito in questo articolo ci aiuta a impostare contenuti targettizzati, perfetti per rispondere a specifiche esigenze, rispondere a dubbi emersi e dare vita ad un’esperienza di conoscenza – prima – e acquisto – poi – di qualità.


Nell'articolo di oggi abbiamo visto come migliorare la strategia di email marketing, attraverso alcuni semplici consigli. Se vuoi saperne di più contattaci! Uno dei nostri esperti saprà suggerirti le attività più adatte al tuo business. Cosa aspetti? Clicca qui sotto!

 

New Call-to-action

Topics: Strategia digitale B2B, Marketing Automation, Email Marketing