<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=19740&amp;fmt=gif">

Fontimedia Marketing Blog

Gestione blog aziendale: ottieni risultati con 5 preziosi consigli

Pubblicato da Valeria Caglioni il 23 mag 2016, 16:00:00

🕓 Tempo di lettura: 6 minuti

gestione blog aziendale

 

Se state perdendo un sacco di tempo per curare il blog aziendale, ma vedete scarsi risultati, non gettate la spugna prima di aver capito i vostri errori.

Effettuando poche e semplici modifiche, potrete ottenere risultati che supereranno le vostre aspettative.

 

Vediamo insieme alcuni spunti per migliorare le performance del blog e del sito.

 

  • Uso delle parole chiave
  • Aggiunta di immagini
  • Contenuti di qualità
  • Pubblicazione regolare contenuti
  • Promozione degli articoli

 

Le fondamenta della gestione del blog aziendale

 

Uso delle parole chiave

Uno dei punti fondamentali nella gestione blog aziendale è sicuramente il SEO. In particolare, è molto importante che un sito sia ottimizzato per le parole chiave giuste, in modo che il potenziale acquirente possa trovare subito la vostra azienda prima di arrivare alle altre presenti sul web.

Quindi, inserite le keyword nei titoli, nei sottotitoli e nei primi paragrafi di ogni articolo, oltre che nel testo. È possibile utilizzare un plugin per WordPress (WordPress SEO by Yoast, molto facile da usare) per semplificare il processo di scelta e di utilizzo delle parole chiave.

Per approfondimenti sulle parole chiave, vi rimandiamo al terzo paragrafo del post Come ottimizzare il posizionamento del sito.

Prima di scrivere ogni articolo, si consiglia di fare una ricerca approfondita con Google Adwords Keyword Planner per capire quali sono le parole chiave che avranno più successo sulla base dell'analisi delle ricerche mensili effettuate dagli utenti e della concorrenza in quel campo. Una volta confrontate le parole chiave, dovrete scegliere quelle con il maggior numero di ricerche mensili e con la concorrenza più bassa.

Il passo successivo è quello di scrivere un articolo basandosi sulle keyword individuate, utilizzando anche dei sinonimi.

call to action nei blog post.jpg

Alla fine di ogni testo, è buona regola inserire una call-to-action che inviti i lettori a commentare, a cliccare su un link per ottenere ulteriori informazioni, a contattare l'azienda, a scaricare un contenuto gratuito, ad interagire con il blog in qualunque modo.

 

 

 

Aggiungere delle immagini

Per migliorare la gestione del blog aziendale, spesso non viene presa in considerazione la potenza delle immagini. Questo è un grosso errore, dal momento che l'aggiunta degli elementi grafici migliora il posizionamento sui motori di ricerca. Tuttavia, è sbagliato anche utilizzare delle foto prese su internet attraverso delle ricerche casuali perché potreste incorrere in problemi legati al copyright, la maggior parte delle immagini presenti online infatti sono tutelate dal diritto d'autore. Per ovviare a questo problema, potete iscriverti a servizi come Fotolia, Shutterstock, Thinkstock o iStock, in cui è possibile ottenere delle fotografie di qualità a prezzi molto convenienti. Ricordate anche di inserire le parole chiave nelle didascalie e nell' alt-tag.

 

infografica per blog aziendale.jpg

 

Un altro modo per arricchire il vostro blog con contenuti grafici è quello di creare delle infografiche. Questo formato è una rappresentazione visuale di una serie di informazioni. I contenuti grafici sono molto più facili da consumare e di conseguenza la loro richiesta online è in forte crescita. Di solito le infografiche sono molto apprezzate dagli utenti e quindi aumentano la popolarità del blog incoraggiandone la condivisione dei contenuti.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Contenuti di qualità

L'obiettivo principale di un blog aziendale è quello di fornire delle informazioni utili ai potenziali clienti, che possono essere mirate alla vendita in modo diretto o indiretto. Gli articoli non devono avere il tono dei comunicati stampa, ma piuttosto di una guida, altrimenti i consumatori lasceranno subito il sito. Mettete a fuoco le richieste dei clienti, cercando di risolvere i loro problemi.

 

 

New Call-to-action

 

Il metodo più efficace per individuare i temi interessanti e creare contenuti di valore per i prospect è definire le buyer persona.

Le buyer persona rappresentano l’identikit dei clienti ideali e nella creazione di ogni profilo bisogna considerare una serie di parametri come:

  • tipologia dell’azienda – ad esempio industria metalmeccanica
  • ruolo in azienda – ad esempio Direttore Commerciale
  • obiettivi aziendali
  • difficoltà e sfide professionali

 

profilo della buyer persona.jpg

 

L’analisi dei profili vi aiuterà ad individuare argomenti interessanti per il pubblico target e creare contenuti di valore dimostrando esperienza e competenza.

Questo è il modo migliore per conquistare la fiducia di nuovi clienti potenziali e diventare un punto di riferimento nel settore.

 

 

 

Pubblicazione regolare di contenuti

Per ottenere dei buoni risultati nella gestione del blog aziendale, pubblicate due o tre post a settimana.

La pubblicazione regolare contribuisce al posizionamento del blog nei motori di ricerca. Quando un sito o un blog viene aggiornato spesso, questo comportamento incoraggia i motori di ricerca a indicizzare i nuovi contenuti con una frequenza maggiore. 

La costanza nel content marketing è fondamentale per il posizionamento, ma non deve diventare una fonte di stress. Se non avete tempo, potete sempre affidare la gestione editoriale a dei copywriter esperti. In ogni caso, è meglio scrivere meno, ma pubblicare post di qualità, piuttosto che tanti scritti male. Riguardo ai tempi, è preferibile inserire due post al mese anziché sei in un giorno e poi nessuno per due mesi. Un programma di pubblicazione regolare fa capire ai lettori che la vostra attività è in continuo aggiornamento.

 

Promozione degli articoli

Per una migliore gestione del blog aziendale non basta scrivere contenuti, applicare le tecniche SEO e sperare che le persone trovino il vostro sito. Promuovete il blog in tutti i modi possibili, puntando soprattutto sulla condivisione sui social media.

 

Scarica GRATIS l'eBook - Introduzione al Business Blogging - la calamita del traffico

 

Oggi, strumenti come HubSpot o Hootsuite facilitano la pubblicazione automatica e contemporanea di contenuti sui diversi canali social.

Un altro modo per promuovere i contenuti del blog è l’invio regolare di newsletter con gli ultimi articoli pubblicati. È consigliato invitare i visitatori del blog ad iscriversi alle newsletter mensili o settimanali per ricevere gli aggiornamenti sui nuovi contenuti pubblicati.

 

Iscriviti al nostro Blog 

 

Infine, ricordatevi di contattare altri blog o siti di riferimento per offrire loro nuovi articoli originali. Questa attività di guest posting aiuta molto la promozione del blog e il posizionamento sui motori di ricerca. In pratica, si scrive un articolo inedito per un altro blog inserendo alcuni link agli articoli del vostro per farvi conoscere ai lettori di altri siti di riferimento.

 




Per avere un’idea di come il blog possa essere implementato nella vostra strategia di marketing e aumentare il traffico qualificato al sito, incrementare la lead generation e fidelizzare i clienti, prenotate una consulenza gratuita.

Prenota 30 minuti GRATIS con un esperto Inbound 

Se non volete perdere i prossimi post, potete iscrivervi alla nostra newsletter!



 

Topics: Blogging, Content Marketing