<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=19740&amp;fmt=gif">

Fontimedia Marketing Blog

5 domande da fare per valutare un’agenzia inbound marketing

Pubblicato da Valeria Caglioni il 13 lug 2017, 12:30:00

🕓 Tempo di lettura: 4 minuti

agenzia-inbound-marketing

 

La metodologia inbound richiede l’integrazione di tutti i canali digitali dell’azienda e la gestione contemporanea di molte attività, alcune delle quali piuttosto impegnative come la scrittura di contenuti e l’analisi costante delle performance.

Per le imprese di medie dimensioni che non hanno al loro interno risorse sufficienti da dedicare al ruolo, ma che tuttavia risultano le più indicate a ottenere i risultati, spesso la scelta più sensata è di rivolgersi ad un’agenzia inbound marketing che sappia sviluppare la strategia e offrire consigli mirati allo sviluppo commerciale.

Se state valutando la possibilità di avviare una collaborazione con un’agenzia per ricevere il supporto più adatto per le attività di inbound marketing, oggi vi forniamo 5 domande da porre ai potenziali partner e selezionare quello giusto per voi.


 

5 domande da fare per valutare un’agenzia inbound marketing

Ecco un elenco di domande da porre all’agenzia inbound marketing prima di selezionare il partner giusto per la vostra azienda.

 

1. Usate l’inbound per la vostra agenzia?

La risposta dovrebbe essere un sì convinto al 100%. Non dovrebbero vedere l’ora di raccontarvi come riescono a ottenere risultati e generare lead di qualità. È preferibile che l’agenzia inbound usi una piattaforma di marketing automation come quella di HubSpot e che sia in grado di mostrarvi il funzionamento delle diverse sezioni: contenuti, workflow, email, contatti, gestione social network e analisi dei report.

 

Scopri tutti i segreti della piattaforma di inbound marketing #1 al mondo nell'eBook GRATUITO "HUBSPOT: pro e contro"

 

Se l’agenzia non è completamente dedicata all’inbound, difficilmente riuscirete a creare quel legame empatico necessario a comprendere le esigenze di business. È importante scegliere un’agenzia abituata a lavorare con l’inbound e che creda nella metodologia al punto da usarla per sé, per condividere l’esperienza e superare gli ostacoli con maggiore facilità.

 

2. Quali sono gli altri servizi di digital marketing che offrite?

Il sito aziendale è fondamentale per il successo della strategia inbound, ma un design perfetto non è più sufficiente. I visitatori si aspettano un’esperienza di navigazione senza ostacoli, il più possibile personalizzata a seconda dei loro bisogni.

È importante quindi che l’agenzia abbia le competenze per affiancare gli sviluppatori del sito e ne ottimizzi ogni elemento secondo le regole della metodologia inbound.

Poiché, come detto, l’inbound integra in un’unica strategia diversi canali digitali e tecniche di web marketing, è importante che l’agenzia abbia esperienza nelle seguenti attività:

  • Copywriting
  • Sviluppo della strategia
  • SEO
  • Web design & grafica
  • Social media
  • Campagne PPC, promozione sui social e digital advertising

 

Queste aree combinate tra loro portano a risultati di lead generation eccezionali.

 

3. Il primo passo è la definizione della strategia?

La tentazione di scegliere un’agenzia che inizi immediatamente dopo la firma del contratto a produrre contenuti e risultati, è forte ed è comprensibile che sia così.

Tuttavia, se si comincia a ristrutturare il sito, a scrivere contenuti, inviare email e pubblicare post sui social network PRIMA di avere pianificato la strategia, è probabile che nel lungo periodo il ROI non sia affatto positivo.

È fondamentale che l’agenzia si sieda con voi e comprenda il mercato, esegua uno studio delle aziende concorrenti, definisca le tipologie di cliente ideale, le buyer persona, le loro abitudini online, le parole chiave usate per trovare soluzioni come la vostra. Solo così otterrete risultati concreti e duraturi.

Vi consigliamo caldamente di evitare i partner che non prevedano la fase di pianificazione perché si tratta di un elemento che fa davvero la differenza nella qualità di un’agenzia di marketing.

 

inbound marketing

 

4. Ci aiuterete a comprendere i meccanismi dell’inbound?

Scegliete di lavorare con persone aperte al confronto e pronte ad aiutarvi, fin dall’inizio. Chi vi tiene all’oscuro e tiene i segreti della strategia in tasca e preferisce non coinvolgervi nelle attività probabilmente ha più interesse a fare crescere il suo business rispetto al vostro.

Un’agenzia capace di condividere idee, opinioni e valutazioni con il partner è sufficientemente sicura dei propri mezzi e si dimostrerà competente nella gestione delle attività, ma non avrà paura di lasciarvi gestire da soli, un domani, la strategia inbound.

 

5. Posso incontrare le persone che seguiranno il progetto?

Di persona o in videoconferenza, poco importa, ciò che conta è potere incontrare il tema dell’agenzia che seguirà il vostro progetto inbound.

Una buona relazione, fin dall’inizio, è essenziale alla riuscita della collaborazione tra agenzia e cliente. Soprattutto quando la pressione aumenta, è bene avere dall’altro capo del telefono una persona con la quale andate d’accordo, giusto?



 

La scelta dell’agenzia inbound marketing è cruciale quanto la scelta di applicare la metodologia. Assicuratevi di ottenere una risposta positiva a tutte le domande indicate nell’articolo. Se avete ancora qualche dubbio circa la strategia, non esitate a contattarci per una consulenza GRATUITA e senza impegno.

 

New Call-to-action



 

Topics: Strategia digitale B2B, Inbound Marketing, Digital Marketing B2B, Inbound Agency