<img height="1" width="1" style="display:none;" alt="" src="https://dc.ads.linkedin.com/collect/?pid=19740&amp;fmt=gif">
Il digital marketing ai tempi del Covid-19: 5 consigli utili

Pubblicato da Janine Fiorani il 19-mar-2020 12.30.00

🕓 Tempo di lettura: 5 minuti

digital marketingIn questi giorni tutto il mondo, e ad oggi soprattutto l’Italia, sta affrontando un’emergenza che mette a dura prova la sanità e l’intero tessuto produttivo. L’OMS, dichiarando la situazione “un evento straordinario di interesse internazionale” ha lanciato un allarme per esortare le comunità a rispettare le misure restrittive richieste dai singoli governi, ridurre gli spostamenti e contenere la diffusione del contagio, nel rispetto di un’azione degli Stati a livello globale.

Anche le imprese si sono trovate a rivedere l’operatività e la gestione quotidiana delle attività. Questo nuovo articolo del nostro blog, dal tono un po’ diverso dal solito, ha l’obiettivo di analizzare gli strumenti a disposizione per gestire nel modo migliore questo momento di incertezza: tutti i consigli nell'articolo.

Il digital marketing ai tempi del Covid-19: come adattarsi a questa situazione critica

L’obiettivo di questo articolo non è allarmare circa l’emergenza sanitaria che ha coinvolto tutto il mondo e le conseguenze sulle attività economiche. In un momento storico in cui gran parte delle attività sono sospese, nell'attesa di riuscire a contenere e limitare progressivamente il contagio da Covid-19, la comunicazione digitale cambia e si adatta ai tempi che corrono.

Tutto questo fa parte del “Crisis Management”, ovvero l’attivazione di una strategia aziendale a breve o lungo termine, finalizzata a una gestione il più possibile efficiente di un momento di forte criticità, proprio come questo.

Prima di definire un modello di risposta efficace e coglierne tutte le potenzialità, è fondamentale analizzare attentamente gli strumenti di marketing b2b più innovativi e coinvolgenti. Eccoli, nelle prossime righe.

New Call-to-action

1) Il ruolo del webinar nella lead generation

Il webinar è uno strumento di lead generation potentissimo nelle mani delle aziende. Si tratta di una modalità di formazione che ha preso piede negli ultimi anni e permette a più persone di collegarsi attraverso un link a una lezione o a una conferenza online interattiva. Oltre ad attrarre i buyer potenzialmente interessati ai temi trattati, si ha l’incredibile opportunità di offrire un contenuto formativo di qualità e gratuito.

In questo momento, contattare prospect, lead e clienti per partecipare a un webinar potrebbe sembrare inopportuno o fuori luogo. Tuttavia, è bene considerare che, per affrontare al meglio quest’emergenza e ridurre al minimo gli spostamenti necessari, molte aziende hanno scelto di rivedere le proprie abitudini e hanno favorito nuove modalità di lavoro, come lo smart working.

Il lavoro agile supporta la fruizione di contenuti immediati, webinar incluso. Come utilizzare al meglio questo strumento? Potrebbe essere utile programmare più sessioni nel corso dei mesi successivi, in modo da dedicare alle notizie e alle tendenze del momento i giusti approfondimenti, che prevedano anche il coinvolgimento attivo degli utenti (ad esempio, dedicando gli ultimi 20 minuti del corso a interventi e domande).

2) È il momento di implementare i chatbot

Se ancora non l’hai fatto, questo è il momento ideale per impostare i chatbot sul sito aziendale: si tratta di un supporto automatizzato per le informazioni su servizi o prodotti, che funge da intermediario tra azienda e visitatori.

I programmi progettati per fare in modo che un computer possa dialogare in modo autonomo, attraverso messaggi o comandi vocali, offrono vantaggi significativi, oggi più che mai. L’obiettivo dei bot, infatti, è coinvolgere l’utente che visita il sito o la pagina aziendale, offrendo una risposta immediata alle necessità.

In un momento di forte incertezza, come può essere quello attuale, è importante continuare a confrontarsi e illustrare ai buyer le soluzioni a disposizione. Dal momento che i chatbot sono programmati per rispondere a ogni interazione, supportano le attività commerciali anche quando non può intervenire fisicamente una persona. Pensandoci bene, si tratta di una funzione utile per non lasciarsi sfuggire opportunità di business, da approfondire in secondo luogo tramite videochiamate con il venditore dedicato, in attesa di poter discutere di una futura collaborazione dal vivo.

3) Coinvolgere l’utente con contenuti digitali

Il digital marketing b2b, riadattando la sua strategia per far fronte a questa situazione eccezionale, trae vantaggio dall'immediatezza e dalla facilità di fruizione dei contenuti.

Come impostare gli obiettivi per le prossime settimane? È opportuno rivedere la pianificazione delle attività, privilegiando contenuti immediati e diretti. Video, infografiche e immagini sono uno specchio delle soluzioni offerte dall'azienda, capace di rafforzare la propria reputazione nel settore di riferimento.

Abbiamo già parlato del ruolo dei webinar nella generazione di lead, ovviamente potrebbe essere difficile organizzarne più di uno al mese, visti gli impegni e le attività parallele in corso. Quindi, perché non creare un piano di comunicazione marketing b2b straordinario? Un’idea potrebbe essere quella di dedicare un giorno o due a settimana a contenuti pillola, approfondimenti specifici sotto forma di testi brevi, video già condivisi in passato o novità sui trend del momento da condividere nella sezione news.

Vuoi un esempio? Ecco la rubrica che abbiamo da poco inaugurato sul nostro marketing blog!

digital marketing

4) Sfruttare le funzionalità dei social

Stai apprendendo alcune tecniche di marketing b2b oppure stai sperimentando le nuove funzioni delle piattaforme come HubSpot? Puoi condividerlo con la tua rete di contatti sfruttando gli strumenti recentemente introdotti dai maggior social network.

Le storie e i video trasmessi in diretta raccolgono l’entusiasmo anche delle aziende b2b, come riporta una recente indagine condotta da Social Media Marketing Industry Report 2019. Tra le ragioni, emerge la possibilità di raggiungere il proprio pubblico target, in un momento in cui è più attiva la presenza online, offrendo un’esperienza personalizzata e coinvolgente.

5) Allineare marketing e forza vendita

È un tema piuttosto ricorrente negli articoli del nostro blog e non può non essere menzionato tra i consigli per gestire il digital marketing b2b in questo momento di incertezza. Stravolgere le proprie abitudini non è semplice; a tutti noi è richiesto uno sforzo particolare per arrivare a una svolta il prima possibile. L’emergenza sanitaria che ha coinvolto quasi tutti i Paesi del mondo ha richiesto misure restrittive che hanno trasformato completamente il nostro approccio alle attività.

In questo momento, è importante proseguire con la strategia di allineamento tra la forza vendita e il marketing, per aggiornare progetti e risultati.

Ecco alcuni pratici consigli:

  • introdurre Service Level Agreement tra i due dipartimenti, per coordinare al meglio le attività e avere visibilità sulla strategia
  • organizzare conference call settimanali
  • integrare software CRM e piattaforme di marketing automation per gestire la presa in carico di potenziali clienti e disporre delle informazioni opportune per analizzare i risultati di marketing

Stiamo vivendo un periodo storico duro e complesso ed è proprio questo il momento di applicare nuove modalità di collaborazione.

Le soluzioni di digital marketing innovative ti daranno l’opportunità di attrarre contatti interessati, anche in questo scenario di forte incertezza. Clicca qui per saperne di più, ti offriamo una consulenza online gratuita!

New Call-to-action

Topics: Lead Generation B2B, Digital Marketing B2B, digital transformation